Biometano e auto verdi, scelta a favore dell’ambiente

biometanoIl biometano è un biogas che può essere utilizzato anche come combustibile per ottenere calore ed energia elettrica. Generalmente le materie prime dalle quali attingere per ottenerlo sono i rifiuti organici di vario genere, originati da scarti delle produzioni agricole e dai lavori di manutenzione delle aree verdi, come dai rifiuti delle discariche o dal refluo delle fogne urbane. La decomposizione della materia prima deve avvenire in assenza di ossigeno, e il processo viene denominato digestione anaerobica.

I rifiuti organici vengono inizialmente triturati e “preparati” per essere immessi nella macchina che si occuperà di trasformarli in biogas e di eliminare le impurità: alla fine del procedimento otterremo un combustibile ad alta concentrazione di metano. Il biometano può essere utilizzato come detto anche come carburante: le vetture in questo caso però sono meno performanti di quelle alimentate a benzina o gasolio, con una riduzione di circa un 15-20%. Questa differenza è stata in parte colmata grazie ad alcune innovazioni tecnologiche, una fra tutte quella che permette di immagazzinare il biogas in forma liquefatta, anziché compressa, al fine di garantire un maggiore contenuto energetico.


Biometano come combustibile per le auto

 Le vetture alimentate a biometano possono essere suddivise in tre sotto-categorie: dual-fuel, che sono alimentate con una miscela di gas e gasolio, bi-fuel, che funzionano sia a gas che a benzina, e quelle che possono essere alimentate esclusivamente a metano.

Molte tra le case costruttrici più famose possono vantare nei loro cataloghi più di un veicolo alimentato con carburanti alternativi e il fenomeno è in continua espansione.

Uno dei maggiori benefici dell’utilizzo di questo combustibile è sicuramente il minor impatto ambientale: a prescindere dalla materia prima utilizzata per ottenere il carburante, le emissioni di CO2 nell’aria saranno decisamente minori rispetto a quelle delle automobili tradizionali. Sono minori anche le emissioni di particolato (insieme di inquinanti volatili) e quelle di NOx (i vari ossidi di azoto originati dalla combustione).

Comprare un’auto alimentata a biometano comporta una spesa maggiore rispetto all’acquisto di una vettura tradizionale, ma i minori costi di questo carburante garantiscono di ammortizzare l’esborso in tempi ragionevoli.

se ti piace …… condividilo!!!

Plusone Facebook Twitter Email

Leave a Reply


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.